mercoledì 31 ottobre 2012

Báirín Breac o Barm Brack

Báirín Breac

Non amo molto l’aspetto materialistico e commerciale che hanno ormai quasi tutte le festività, qualsiasi scusa è buona per indurci a spendere, senza pensare troppo al senso delle cose. Una volta, scrivere un bigliettino insieme al regalo era quasi un obbligo, una cortesia e un rispetto imprescindibili, oggi, nella moltitudine di regali che si ricevono per compleanni o Natale, non usa più e non si sa più chi ha regalato cosa. Halloween non fa eccezione, è una tradizione che non ci appartiene e ne abbiamo preso solo l’aspetto più commerciale. Oggi, ahimè, non possiamo più fare a meno di una festa che ci hanno indotto a celebrare.

Quello che invece mi piace, è la tradizione, la storia di un popolo, i loro usi e costumi. Halloween è una festa irlandese, una festa povera, fatta di riti dal sapore fiabesco. L’Irlanda è una terra magica che amo moltissimo, che ho vissuto, che ho letto nei libri, che mi ha emozionato nei film e che porto nel cuore.

Questo dolce, ripreso e leggermente modificato dal sito  Irlandando.it è tipico della festa di Halloween, un pane dolce, buono per la colazione o la pausa tè, la fine del mondo con burro e marmellata!

Leggenda vuole che il Báirín Breac (il nome gaelico mi fa impazzire) venisse preparato la sera di Halloween per predire il futuro dei commensali. Usava infatti inserire nell’impasto alcuni oggetti e chi li trovava, aveva scritto il destino per quell’anno: se trovava una monetina, sarebbe diventato molto ricco, se trovava un anello, si sarebbe sposato entro l’anno, uno straccio e finiva in povertà e così via.



Farina 250 gr
Latte tiepido  125 ml
Zucchero  125 gr più un cucchiaino per il lievito
Lievito secco (non lievito istantaneo) 1 cucchiaino
Spezie miste 1 cucchiaino
Sale un pizzico
Uovo 1
Burro 50 gr
Frutta secca mista 200 gr (io cranberries, mirtilli e ciliegie essiccati)
Tè nero 300 ml

Far rinvenire la frutta secca nel tè per una notte. Il giorno successivo unire il lievito e un cucchiaino di zucchero al latte tiepido, fino a che si formerà una schiumetta.
Unire la farina, setacciata, allo zucchero, le spezie e il burro. Mescolare aggiungendo il lievito stemperato nel latte e l’uovo sbattuto. Aggiungere la frutta, lasciata ad asciugare per qualche minuto. Mescolare delicatamente per evitare che la frutta si rompa e colori l’impasto. Per ultimo aggiungere il sale e mescolare di nuovo.
Lasciar lievitare l’impasto al caldo fino a che raddoppia in altezza. Impastare di nuovo e metterlo in uno stampo da plumcake o una teglia rotonda, leggermente unta d’olio e lasciarlo riposare ancora 30 minuti. Cuocere 45 minuti in forno a 200 °C.

Enjoy

12 commenti:

  1. Piacere di conoscerti Annarita :D
    Sai che l'ho fatto anch'io l'anno scorso? Trovai la ricetta su LCI e me ne innamorai: ti dico solo che lo feci due volte ;D

    RispondiElimina
  2. Il piacere e' mio. Anche a me e' piaciuto molto soprattutto con burro e marmellata e credo che lo rifarò . Ciao a presto.

    RispondiElimina
  3. E' simile ad un dolce che ho trovato su un libro di ricette gallesi, che si chiama Bara Brith..
    Ho scoperto in questi giorni che la festa di Halloween ha origini europee, ero convinta che fosse una cosa prettamente americana. Infatti qui a Londra è molto sentita, ho visto un sacco di persone mascherate e tanti bambini con il secchiellino a forma di zucca dove raccogliere i dolcetti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' verissimo ed è simile anche al Silkirk (credo si scriva così) gallese. Ciao cara a presto.

      Elimina
  4. Ciao Annarita, sono anni che penso che vorrei fare questo pane così tipicamente irlandese(ne parla anche Joyce nell'Ulisse, se non ricordo male!): mi salvo la ricetta, così prima o poi la provo.
    A presto!
    Jasmine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jasmine, provala ti assicuro che è molto buona. Ciao a presto.

      Elimina
  5. Mi piace molto, come dici tu, riscoprire le tradizioni.
    Sapevo che le origini di Halloween erano irlandesi (Jack che vaga nella notte è per l'appunto un fabbro irlandese) ma non conoscevo questo pane tipico.
    Deve essere delizioso con la frutta secca ammollata e le spezie (tu cosa hai messo? cannella, noce moscata? ci starebbe bene anche lo zenzero?) ... mentre il te serve solo per ammollare la frutta ma poi va buttato giusto?
    Grazie mille
    Baciooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monique, ho messo un mix di spezie con noce moscata, cannella, anice ecc. Lo zenzero secondo me sta bene ovunque, sarà perchè a me piace da impazzire... Ciao cara a presto.

      Elimina
  6. ha proprio un bell'aspetto gustoso e invitante, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  7. ciao Annarita, che bella ricetta!
    Vorrei invitarti al mio contest che inizia oggi:
    http://dolcementeinventando.blogspot.it/2012/11/la-mia-ricetta-gioiello-il-mio-primo.html
    Spero che parteciperai!!!!
    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parteciperò sicuramente. ciao a presto.

      Elimina