giovedì 24 gennaio 2013

Crema di topinambur, patate e porri con gamberi rossi


Crema di topinambur

Ecco, ci siamo, spesa fatta, ho comprato ogni ben di dio, ho girovagato per i corridoi del supermercato in cerca di questo e quello per quasi un’ora e mezzo, fermandomi a leggere etichette, ricette e ingredienti e poi, arrivo a casa e mi ricordo che dovevo andare al super, soprattutto per comprare il sapone per i piatti e l’ho dimenticato!  E ora di uscire di nuovo non se ne parla….. Mentre impreco contro me stessa penso a quanto sia cambiata la mia spesa da un anno a questa parte. Una volta compravo sempre le stesse cose, giravo un menù settimanale con qualche variazione occasionale, rifuggivo come la peste gli ingredienti particolari o appena diversi dal consueto e mi buttavo solo su ricette semplici. 


Appena sposata, ho acquistato un libro di Suor Germana (oddio) in edizione lusso che costava un occhio (spero che i proventi siano andati in beneficienza, ma dubito!), che ora giace chissà dove, nascosto sopra pile di altri libri, salvo, solo perché non riesco a buttare alcun testo. Ricette classiche e una cucina "di clausura" che ora mi sembra lontana anni luce.  Ora sono diventata l’esatto contrario, compro di tutto dicendomi che, prima o poi, troverò una ricetta adatta per quell’ingrediente, sono diventata famelica di novità, cucina etnica e prodotti di nicchia.


  
Ecco come sono arrivati sulla mia tavola i topinambur …….ma quanto è bello dire t-o-p-i-n-a-m-b-u-r, mi sono innamorata prima del nome poi,  rigirati per le mani varie volte mi sono decisa e li ho comprati. Un vago sentore di carciofo, mi avevano detto. Tanto è bastato perché mi convincessi. Mi è venuto naturale farci una crema con patate e porri e, per dare un tocco di colore e di gusto in più, ho aggiunto dei gamberi rossi. Comprati e ricomprati e ricomprati e........ancora e ancora.

Topinambur 500 gr
Patate 2 piccole
Porro 1
Zenzero fresco 2 cm
Scalogno 1
Aglio 1
Peperoncino 1
Olio
Vino bianco per sfumare
Brodo vegetale 1 lt circa
Gamberi rossi 10/12

Sbucciare i topinambur, le patate e pulire il porro. Scaldare un filo d’olio in una casseruola e far appassire lo scalogno poi buttare i topinambur, le patate e il porro tagliati a pezzetti. Far rosolare bene e unire lo zenzero sbucciato. Versare il brodo e lasciar cuocere per 30 minuti. Frullare tutto con il minipimer.
Sbucciare e lavare i gamberi e farli rosolare in due cucchiai d’olio messi a scaldare con aglio e peperoncino. Salare e sfumare con un goccio di vino bianco (o cognac).
Versare la crema nei piatti e unire 3 gamberi a testa con un cucchiaio i fondo di cottura. 


Con questa ricetta partecipo  contest Color & Food,



24 commenti:

  1. Mi hai conquistata. Amo i gamberi e giusto domani andrò per spesa! Mi sa che farò la ricetta sabato. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vaty, tu che provi una mia ricetta è un onore. Fammi sapere se ti è piaciuta. Un bacio.

      Elimina
  2. Buonissima ma chiedo....gamberi rossi oppure diventati rossi per la precottura perchè altrimenti sono grigi???? da provare comunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Edvige, io ho usato gamberi rossi (tipo quelli liguri) però puoi usare benissimo le mazzancolle (grigie prima e rosse dopo) o altri tipi di gamberi. Io l'ho fatta un pò a mio gusto. A presto. Ciao.

      Elimina
  3. Io invece li devo ancora assaggiare. Li trovo in sempre più ricette, sono incuriosita :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assaggiali perchè sono buoni e in effetti hanno un sapore simile a quello del carciofo. A presto cara.

      Elimina
  4. Ahahah bel percorso che ti ha fatto fare il blog eh? :P
    Scherzi a parte, ricetta splendida! I topinambur piacciono molto anche a me, nome compreso ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da Suor Germana ho fatto qualche passo in avanti, almeno spero :D. Ciao cara e buona giornata.

      Elimina
  5. b-e-l-l-i-s-s-i-m-a!
    Non ci crederai ma l'ho fatta anch'io esattamente uguale, tempo fa, e la trovo troooopo buona!
    Mi ha fatto ridere il racconto della tua spesa ante e post-blog (ecco tu calcola che io sono sempre stata così, ora anche di più.. e alle volte finisco per non riuscire a far andare tutto quello che prendo :(
    GRAZIE per questo bel piatto, perfetto e nelle mie corde, Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No non ci credo, davvero? Sai che mio marito, sempre critico, mi ha detto che questo era il piatto più buono che avessi mai fatto? Spero di no, altrimenti posso solo peggiorare, però in effetti è una cremina che mangio sempre volentieri anche senza gamberi. Ciao e grazie. Un bacio.

      Elimina
  6. benvenuta fra le fanatiche foodies!!! presto c'è Taste a Firenze, si ricombina un miniraduno?
    bella questa crema, è l'uso più adatto ai topinambur (o anche semplicemente saltati in padella per accompagnare una pietanza ma troppo banale per noi eh!!) e non la mia fallimentare tatin!!!!
    bellissima la prima foto, quel gambero che tenta di scappare e che cattura tutta la luce e tutta l'attenzione di chi guarda è stupendo, complimenti!
    cris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh mamma lo strizzacervelli è vicino.... sono entrata nel tunnel. Grazie cara e per Firenze.....sono a disposizione. Un bacio.

      Elimina
    2. ci avrei scommesso che avresti emozionato le Colors&Food ladies con questo piatto :-)) complimenti anche a te!

      Elimina
  7. Prima o poi devo comprare i topinambur!
    La mitica Suor Germana...chissà se esiste davvero?? :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esiste esiste ma chissà se è ancora viva....

      Elimina
  8. Ecco questi a me ancora mancano, ma parlavo giusto ieri con la socia che ho adocchiato una ricettina giusta giusta per provarli. Il tuo post mi ha definitivamente convinto. Per quanto riguarda la spesa, io compro di tutto (immaginati i miei genitori che si devono subire ogni sorta di esperimento). Da quando son tornata da Londra la cosa è anche peggiorata: vi devo far provare questo e questo etc..
    buon we
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provateli perchè sono buoni, ora anch'io cercherò altri modi per utlizzarli. Io prima di sposarmi non avrei potuto fare molto, visto che mia madre non mi permetteva di entrare nel suo regno..solo dopo ho cominciato a sperimentare. Dario quando vede qualche piatto strano mi dice "Mamma basta con i piatti marocchini" perchè l'anno scorso, di ritorno dal Marocco, cucinavo speziato e con il tajine e lui non ne poteva più povera stella. Buon we.

      Elimina
  9. ciao Annarita! Sai che anche io ho appena appena fatto una crema di porri e patate con proprio un gambero rosso che faceva cu-cu?? Che telepatia! :-)
    Però la tua crema ha dei tocchi specialissimi che la rendono, ne sono certa, divina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena sei davvero carina, questo tipo di creme quando fa freddo sono l'ideale e l'aggiunta dei gamberi le rende un pò speciali. Buona domenica.

      Elimina
  10. ...ti ho scoperto attraverso il contest: complimenti...cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, piacere di conoscerti. Per il contest ti aspetto, mi raccomando!

      Elimina
  11. Ciao,mi sono messa a curiosare fra le ricette di colors and food ed eccomi qua, anche come nuova follower...Complimenti per il risultato e per la ricetta, sono una patita di creme e zuppe e la tua ha un'aria appetitosa! Se non ti disturba mi metto a curiosare sul blog e, se ti fa piacere, ti aspetto su www.pinkopanino.blogspot.it.
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao piacere di conoscerti. Ho visto il tuo blog è carino e piene di idee particolari. A presto.

      Elimina