venerdì 19 aprile 2013

Girelle con patè d'olive




Non sono tipo da spritz. Il rito dell’aperitivo proprio non mi appartiene, o meglio quando ero giovane, no più giovane…suona meglio…con gli amici bevevamo cocktail alla frutta leggermente alcolici prima di andare a cena, quando ancora l’aperitivo non era una moda, ma non mangiavamo niente di accompagnamento, al massimo due patatine. 


Il bar invece era un rito, in un piccolo paese la vita dei ragazzi ruotava intorno al bar come luogo di ritrovo per fare due chiacchere, per giocare, per ridere e per sparlare. Ognuno avevo il proprio bar preferito, il mio era il Costanza, un luogo ideale per rifugiarsi se si aveva intenzione di saltare la scuola perché aveva una stanza sul retro non visibile dall’entrata e per incontrare le amiche piuttosto che il fidanzatino lontano da occhi indiscreti…e guai a tradire e andare in un altro bar. Oggi si va al bar per l’apericena un aperitivo con infinite varietà di stuzzichini e qualche volta mi è capitato di andarci, senza però esserne mai troppo coinvolta. 

Di recente però con Libritivo ho assistito a questo rituale collettivo con un buon bicchiere di vino, un libro buon cibo e tante chiacchere e anche l’aperitivo mi è sembrato qualcosa di diverso e divertente, qualcosa che attendo mese dopo mese per inventare, sperimentare e riprodurre biscottini e specialità salate. Queste girelle, un tantino ipnotizzanti sono state rielaborate da una ricetta tratta da Regali Golosi di Sigrid.



Farina 150 gr

Burro 90 gr

Paté di olive taggiasche 70 gr

Parmigiano grattugiato 50 gr
Scorza di un limone non trattato




Lavorare la farina con il burro ammorbidito, il parmigiano e la buccia grattugiata del limone, fino ad ottenere un impasto sbriciolato. Aggiungere uno o due cucchiai d'acqua e formare una palla.


Stendere l'impasto fino a circa mezzo centimetro di spessore, spalmare con il patè di olive e arrotolare delicatamente.



Coprire con la pellicola e tenere in frigo per due ore. Successivamente tagliare il rotolo a fette di mezzo cm di spessore con un coltello affilato facendo attenzione a mantenere la forma circolare per quanto possibile e disporre i biscotti sopra una teglia rivestita di carta da forno.



Cuocere a 180°C per circa 20 minuti. Lasciare raffreddare su una griglia.

27 commenti:

  1. Io ultimamente vado matta per questi stuzzichini salati! queste girelle sono golosissime, molto più di quelle dolci!;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ho scoperto da poco i biscotti salati e devo dire che mi attirano molto. Sono l'ideale sia per l'aperitivo che per l'antipasto. Un bacio.

      Elimina
  2. bellissime le tue girelle cara!

    RispondiElimina
  3. Sono velocissime queste girelle ( se tralasciamo il tempo di riposo) :) Me le segno :) bacio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si sono superveloci, pochi ignredienti e molta resa. Un bacio cara.

      Elimina
  4. Ricetta semplice ma di effetto....perfetta la forma della girelle....mi piace tutto quello che fai!!!
    Un bacio.
    Gabila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gabila sei gentile ma anche tu non scherzi eh.....sei una forza. A presto.

      Elimina
  5. :-) ieri sera non ci abbiamo pensato ma prima di andare a cena potevamo andare a prendere un aperitivo.... ;-)
    Bando agli scherzi anche per me l'aperitivo è una cosa nuova.. quando ero PIU' giovane in effetti non era poi così di moda e tra l'altro avevo veramente pochi soldi... adesso, ogni tanto può capitare ma sempre per caso come è successo con te.

    Ti ringrazio Annarita per la bella giornata di ieri, divertente e rigenerante!!

    a prestissimo

    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sapevo che ti saresti sentita chiamata in causa con l'aperitivo! che prendiamo un caffè, una bibita....mhhhhhh.... perchè non ci facciamo un aperitivo? Anch'io sono stata benissimo ieri.....chiacchere piacevoli senza pensieri.... apresto?...quando vuoi. Un bacio.

      Elimina
  6. a me piace preparalo in casa l'aperitivo, al bar non mi è mai piaciuto e come te non mi sono mai sentita coinvolta.
    Però certo che al tuo Libritivo verrei invece di corsa! girelle deliziose, davvero complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari tu potessi venire...mi piacerebbe un sacco!

      Elimina
  7. Amo l'aperitivo, anche se non lo faccio spesso, e ancor di più tutti questi fingerfood *_* Bellissime le tue girelle :) Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie davvero...sei gentile. Un bacio.

      Elimina
  8. Mi hai fatto sorridere sai? ... Io, per il gruppo di giovani avvocati di cui sono stata portavoce per un po' di tempo, ho organizzato diversi aperitivi. Qui va molto e come a Milano, talvolta si cena e cliente ideale dei locali sono proprio i giovani avvocati che, un po' per disperazione un po' per parsimonia (siamo giovani e precari!), riempiamo questi locali mangiando di tutto!
    Rido perché mio marito, al contrario, ha sempre "sofferto" per questi aperitivi e dice che vista l'età non è tipo da aperitivi !!! Da quando c'è bimba prende lei come scusa per non venire agli eventi che organizzo!!
    Ma tu cara, sei giovanissima!! E vedo che ti stai ricredendo e anzi proponi anche roba proprio da aperitivi!
    Le girelle la adoro da sempre e così salatine devono essere deliziose. E che belle fotine! Anche quella b/n mi piace molto.
    Quindi vi siete viste con Laura, che bello!
    Un abbraccio grande Annarita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Vaty, mi sto ricredendo perchè ultimamente la Laura mi ha "costretto" a farne alcuni....Libritivo però è diverso perchè si associa allo scambio di libri e ha atmosfere più soft e soprattutto età varie. Io e Laura abitiamo vicine e ci vediamo ogni tanto, ieri siamo andate alla presentazione del libro di Juls's kicthen e poi ci siamo fermate a cena.... scambi di idee, sogni e progetti...perchè no. Un bacio grande alla mia principessa Sofia e a te naturalmente.

      Elimina
  9. Oh bella, ma vieni con me lunedì sera vero ? (...... alone di mistero...), rientrano nella tua cerchia anche le seguaci delle food blooger no? a proposito dove si vedono le foto della vostra riunione? sono curiosissima!!! Baci, Gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gianna, certo che vengo lunedì...domani ti chiamo, ho visto che la location è cambiata. Un bacio.

      Elimina
  10. Niente rito aperitivo per me, ai miei tempi ci si trovava per strada, in piazza, a casa di qualcuno....però non mi dispiace questo rito e poi si mangiano tanti stuzzichini (e io ne vado matta!) e si fanno tante belle chiacchere! Deliziose le tue girelline!

    RispondiElimina
  11. questi ricetta cercavo, ho ospiti a pranzo giovedì, la provo! un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  12. Sono proprio carine e devono essere buonissime. Sigrid mi piace un sacco. Mi devo decidere a provarla pure io questa ricettina. Grazie mille per l'idea :-) Bacioni

    RispondiElimina
  13. Bellissima ricetta e grazie per l'amicizia su FB
    Miky

    RispondiElimina
  14. anche io non sono troppo per l'aperitivo nei locali.. ma queste girelline homemade sono tutta un'altra cosa!!!
    purtroppo non sono riuscita a venire all'ultimo corso di laura per un imprevisto ma spero in un caffè presto per rivederci!!! baci

    RispondiElimina
  15. le girelle ipnotizzanti... mannaggia a te :))) ahahah.
    io sono perfettamente d' accordo sulla poca simpatia per l' aperitivo e l' estremo attaccamento al bar, come luogo di ritrovo, di punta, di scambio e molto molto altro ancora.
    ricordo che quando preparai i biscottini salati (più o meno in questo periodo lo scorso anno) Piero è tornato a casa per due giorni dicendo: ah non vedo l' ora di fare l' aperitivo a casa!!
    nota bene: noi non s' è mai fatto un aperitivo eh........... perchè l' aperitivo NON ci piace(-va. prima dei biscottini e delle girelle)...
    bacio!!

    RispondiElimina
  16. Con gli aperitivi ci si rovina! Anch'io non ne sono una fanatica ma di tanto in tanto me lo concedo.
    Ottime queste girelle!
    Ciao
    Cris

    RispondiElimina