giovedì 2 maggio 2013

Torta di patate della Garfagnana






Non so se siano le circostanze, da sole, a determinare una scelta, ho sempre pensato che per ogni cosa ci sia il tempo giusto. Il momento giusto è tutto. Lo è per l’occasione di un lavoro, per la scelta del fidanzato, per programmare un viaggio. Un tempo diverso e non sarebbe più la stessa cosa. 




Ecco perché oggi, proprio oggi mi è venuta voglia di postare una ricetta di quelle che ha sempre fatto mia mamma a casa, altro che comfort food ,qui si parla di qualcosa che scalda, che ha profumi e ricordi di tutta una vita. Quelle ricette divine delle quali da mesi non parlavo più, presa forse dalla scoperta di ingredienti sconosciuti, divine perché sono quelle del cuore e perché sono fatte da lei, la Diva. Proprio oggi…..perchè oggi è l’anniversario dei miei genitori, 54 anni insieme, tanti altri di fidanzamento e, la ormai leggenda metropolitana di lui, mio padre a 3 anni che con sua mamma va a trovare la piccola Diva appena nata. Una vita insieme, tre figli e due nipoti.



Oggi appunto, il 32 aprile, perché si racconta che mio padre, stressato e nervoso dall’organizzazione della cerimonia (dubito che abbia aiutato in alcun modo mia madre) contasse i giorni che mancavano così: 29, 30 31 e 32 aprile…così è rimasto per tutti un giorno speciale fuori dal calendario, solo per noi.


La ricetta è di quelle semplici, da accompagnare anche alla Torta di farro con un piatto di salumi e fave fresche, piselli freschi o una bella insalata. E’ adatto per tutto l’anno ma specialmente in periodi come questo di picnic e gite fuori porta. 

Le foto sono state fatte da me al corso di Laura dove avevo appunto realizzato la torta, sul set preparato da Laura.


Per l’impasto: 

Farina 100 gr

Acqua tiepida

Sale

Olio



Per la farcia:

Patate 200 gr

Ricotta 300 gr

Parmigiano 30 gr

Uova 2

Sale e pepe


Lessare le patate intere in acqua salata. Lasciarle raffreddare poi privarle della buccia e passarle nello schiacciapatate. Impastare la farina con il sale e l'olio, aggiungendo poca acqua tiepida, fino ad ottenere una pasta liscia e omogenea. Unire le patate alla ricotta, al parmigiano e alle uova, aggiustando di sale e pepe. Stendere la pasta piuttosto fine e foderare una teglia, precedentemente imburrata e infarinata (o utilizzando la carta da forno), poi riempire con l’impasto. Sistemare i bordi e livellare la farcia con la forchetta. Cuocere in forno a 200° per circa 30 minuti. Sfornare e gustarla tiepida o fredda.

22 commenti:

  1. Che bella torta, ma soprattutto che bella storia, il 32 aprile è veramente poetico!
    Un bacione,
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, anche se non lo ammetteranno mai, tanto sono riservati, ma sono una forza insieme. A presto.

      Elimina
  2. Già ....per ogni cosa c'è il momento giusto: il problema e' capire di volta in volta qual è il momento ! Che poesia la storia dei tuoi genitori ! E la torta non è da meno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Del momento giusto ce ne accorgiamo sempre dopo e allora possiamo dire che in effetti lo era oppure no. Saper scegliere bene non è da tutti. Grazie.

      Elimina
  3. Tutto meraviglioso!!

    RispondiElimina
  4. Simpato il 32 aprile...e buonissima la torta da provare. Buon we

    RispondiElimina
  5. Ma io questa non l'ho assaggiata!!Mi sa che la dovrò fare e sono sicura che sarà buonissima (ho parlato del tuo cake al pesto per giorni...).
    Buon fine settimana!Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa era per il 2° corso, è buona vi assicuro. Un bacio e buon we.

      Elimina
  6. ammèmmì viene solo taanto ma tanto da sorridere. e tu sai bene il perchè..
    questa torta è uno dei piatti forte di mia mamma che nel mezzo ci mette anche del prosciutto cotto. vabbè, è più onesto dire che nel mezzo ci mette gli avanzi di salumi và...
    bacio bacio bacio e.. grazie di esserci sempre. :O)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. attettì viene da sorridere perchè sei una romanticona.... Un bacio.

      Elimina
  7. ma che bontà...mi intriga parecchio questa torta di patate e tu sempre bravissima mia cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie sei tu ad essere sempre tanto gentile..bacione

      Elimina
  8. ... e io mi inchino, come sempre, davanti alle tue creazioni con questo tocco rustico/chic che mi fa morire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che dici, sei tu ad essere bravissima...Grazie.

      Elimina
  9. Ho sempre incontrato connazionali all'estero che mi hanno parlato con fervore della torta di patate,ma non l'avevo mai vista.Ora posso farla!
    Grazie,buon weekend.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? dai provala subito allora. A presto.

      Elimina
  10. auguri ai genitori!! 32 aprile, fantastico!
    questa torta farebbe impazzire la nostra amica Irene ;-)
    bòòòòòòna!!
    Ciao
    Cris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina....beh possiamo fargliela assaggiare...A presto.

      Elimina
  11. mi sto guardando un po' di tue ricettine...e sai da dove sono partita? da quelle divine!!!
    questa lo è veramente e la farò prestissimo con le patate del mio orto...quelle novelle vanno bene oppure le faccio invecchiare ed ammorbidire un po'???

    ciao
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, si meglio farle invecchiare un pò. Vedrai è buonissima. Ciao a presto.

      Elimina