martedì 25 giugno 2013

The husband's salad



Le insalate non mi sono mai state troppo simpatiche, soprattutto al ristorante prima della portata principale. Con la mia proverbiale fame lupina non ho mai potuto tollerare che mi venisse servita un’insalata come antipasto…giammai. Per me l’insalata è un contorno, tenere foglioline verdi che accompagnano un po’ di sostanza....ecchediamine…


Girando per il mondo però, spesso mi è capitato di vedere proprio insalate come entrèes o come portata principale, come la famosa Caesar’s Salad che ho assaggiato in America, senza, peraltro, rimanerne molto colpita. Il nome deriva da Cesare Cardini, un emigrato italiano negli States che, facendo di necessità virtù, in mancanza di altri ingredienti, utilizzando i pochi che aveva, inventò negli anni ’20 un piatto che lo ha reso famoso in tutto il mondo. Da quando ho scoperto questa storia, mi è subito sembrata più simpatica (l’insalata), anche se mangiandola non mi sono sentita una donna con il caschetto e abito charleston che fuma languida e ammiccante in una sala di qualche celebre ristorante. La mia versione della Caesar’s Salad per l’MTC proposta da Leo (l'uomo cozza) non è affatto una Caesar ma, riprende dalla celebre collega, lo spirito di quell’arte di arrangiarsi degli italiani che mi piace tanto.


Se chiedete a mio marito qual è il suo piatto preferito o cosa voglia per pranzo o cena risponderà sempre un’insalatina di mare. Quando la preparo sono consapevole che lo rendo felice ma .....deve meritarsela …. se invece mi ha fatto arrabbiare, ecco che spunta fuori una frittata che, al contrario, non sopporta. Qualche sera fa,  stavo preparando l'insalata mi dicevo che ancora non avevo idee chiare per l’MTC e poi di colpo ho pensato a quel Cesare e anch’io ho fatto come lui, ho aperto il frigo per vedere quello che avevo, ho raccolto alcuni ingredienti dal mio piccolo orticello e ho messo insieme un’insalata calda e fredda con verdura e frutta, i sapori dell’orto e del mare. Tutti soddisfatti …..e ora aspetto solo di diventare famosa come Cardini.







Non ci sono dosi precise, ho fatto a occhio.

Gamberoni
Gamberi
Totani
Sorprese (Dario chiamava così le cozze quando era piccolo)
Valeriana dell’orto
Lattughino bio
Semi misti bio
Lamponi dell’orto
Maggiorana dell’orto
Focaccia croccante
Olio
Sale
Aglio
Peperoncino
Vino bianco
Aceto balsamico


Per la focaccia fare l’impasto classico della pizza (farina, sale, lievito di birra, acqua tiepida) mescolare bene il tutto e far lievitare per due ore. Benissimo anche l’impasto con lievito madre. Quando faccio la pizza a casa solitamente mi rimane un po’ di pasta che  stendo molto fine e  ripasso con una rotella che imprime dei piccoli tagli , lo stesso che si usa per tagliare la copertura di certe crostate o torte salate. Si cuoce in forno a 220 °C per 15 minuti circa finchè risulta dorata e croccante. Una focaccia simile viene fatta nei panifici delle mie parti e è proprio da lì che ho preso spunto.

Solitamente faccio lessare gamberoni gamberi e totani ma, questa volta, ho voluto farli più saporiti perciò li ho ripassati in una pentola con olio aglio e peperoncino leggermente soffritti, sfumati con un goccio di vino bianco e cotti per 10 minuti. Li ho tenuti da parte al caldo.

Le cozze le ho cotte a parte, sempre con olio, aglio e peperoncino e poi sgusciate.

Ho lavato le insalate e le ho disposte in una ciotola. Le ho condite con olio, sale e aceto balsamico e unito due cucchiai di semi misti. Ho aggiunto gamberoni, gamberi, totani e le cozze, ho unito pezzetti focaccia croccante e ho mescolato il tutto delicatamente. Infine ho aggiunto i lamponi e alcune foglioline di maggiorana.

con questa insalata partecipo al contest dell' MTChallenge




32 commenti:

  1. Annari', tu diventerai più famosa e io potrò dire: "io la conosco!" ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per ora è il contrario e mi sta bene così bella mia....Grazie. Un bacione.

      Elimina
  2. L'aggiunta dei lamponi le dà quel tocco in più...un'insalata davvero sfiziosa!

    RispondiElimina
  3. e lo vuoi chiamare scemo uno a cui piace un'insalatina così?
    comunque sono d'accordo con te: quando ho fame ci vuole "sostanza", poi possiamo anche parlare di insalatine.... come questa!!!!
    baci
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sandretta bella, come stai? mi manca la tua risata. Un bacione.

      Elimina
  4. non conoscevo le origini dell'insalata :) Qualche volta io ed il mio compagno ne facciamo una scorpacciata come piatto unico e come te, si apre il frigo, si attinge dall'orto e si mangia :) é stato un piacere scopreire il tuo blo, bellissime anche le immagini! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Viviana, ben trovata. A presto.

      Elimina
  5. Questa tua/non tua versione è fantastica!!!! La trovo bella profumata e sicuramente buonissima :-) Complimenti cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace tanto mettere la frutta nelle insalate. Grazie cara.

      Elimina
  6. elegantissima e ricca, da vera porca figura!
    ciao
    cris

    RispondiElimina
  7. Io dico sempre che le improvvisazioni sono forse le migliori peccato che poi ripetersi è difficile non sempre si usano e si ricordano gli ingredienti usati. D'alta parte l'improvvisazione ripetendo non sarebbe più tale. Buonissima la tua prendo come base poi apro il frigo visto che l'orticello non lo possiedo....nuona serata cara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Edvige, buona serata anche a te.

      Elimina
  8. Mi dispiace contraddirti ma l'insalata appaga tutti i miei sensi e sei poi me ne trovo davanti una come la tua...allora ci faccio il tonfo!!! e menomale che non ti piaciono, se poi ti piacevano anche!!!! una saluto grande Manu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie grazie. A me non piacciono come piatto d'entrata, sono donna di sostanza io, però poi dopo.... A presto

      Elimina
  9. Sei una ottima fotografa, oltre che una persona simpatica e una bravissima cuoca. Questa tua insalata ha davvero tutti i requisiti che cercavamo: eleganza, struttura, sapore ed anche una eccellente presentazione adatta ad un servizio importante.
    Ottima prova Anna Rita.
    Un bacione
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daniela, quanti complimenti..grazie di cuore.Un bacio.

      Elimina
  10. mamma mia che meraviglia di colori e di ingredienti!!!! :-)))))

    RispondiElimina
  11. Ti ho conosciuta di più grazie alla fideuà, e mi hai toccato il cuore. Ho costatato di persona che sei una donna stupenda, e adesso, a parte le foto che son sempre meravigliose, mi trovo davanti uno spettacolo simile!
    A volte, sai, gli uomini ci sorprendono e questa volta la tua inspirazione mi ha di nuovo aperto le papille gustative.

    Sai che da me, la insalata, e la prima cosa che si serve? Di fatti è una cosa che continuo a fare qua in italia anche se a volte mi rendo conto che non è una abitudine così apprezzata.

    besos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai sei troppo buona.... lo so che in Spagna l'insalata si serve per prima ma con tutte le cose buone che cucinate secondo te io l'ho mai ordinata? Mai mai e po mai :D. besos a te .

      Elimina
  12. Davvero molto bella ... non si direbbe che detesti le insalate. Fantastico abbinamento di ingredienti!
    Ciao,
    Alessia

    RispondiElimina
  13. L'insalata è stupenda, ma io se fossi al tuo posto conserverei un'inquietudine: Cardini diventando famoso ha dato il suo nome all'insalata. E se tu diventando famosa le dessi il nome di tuo marito? Non sarebbe da mangiarsi le mani??? ^_^

    Scherzi a parte, pure io adoro le insalate di mare e quindi mi tuffo nella tua senza remora alcuna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Mapi...la chiamerò l'insalata del marito di Annarita.... Un bacione.

      Elimina
  14. Fantastica questa insalata e bellissimo il tuo blog!
    Ti ho citata nel mio ultimo post!
    Se ti va di passare:

    http://ilsaporedelsale.blogspot.it/2013/06/di-premi-amicizie-e-una-nuova-ricetta.html

    Chiara

    RispondiElimina
  15. ciao bosco di alice, la tua è un insalata meravigliosa. qui ritorna il tema del marito, ma con una tonalità diversa. davvero belli i colori e i sapori. c'è tutta la base per cui un marito (specie come me) non puo' farne a meno: garmberi, cozze, totani, gamberoni , lamponi e infine il piccante. bravissima!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti senti un pò fatto di insalate? Ho idea che tu ti sia levato la voglia questo mese.....grazie per tutto...soprattutto per aver sposato la Mai....

      Elimina
  16. si, si anche per me il pesce con i lamponi ci sta d'incanto, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  17. Meravigliosa questa insalata! Anche a me piace tantissimo l'insalata di mare e trovo che si sposi molto bene con le verdure :)

    Un bacio
    Letizia
    PS Se ti va, passa da me :)

    RispondiElimina