venerdì 21 febbraio 2014

Baraziq - biscotti arabi al sesamo e pistacchi



Ho già raccontato qui della fantastica libreria che ho scoperto a Dubai, in uno dei più grandi centri commerciali che abbia mai visto. Una sezione food talmente grande da perdermi e da  non riuscire più a venirne fuori. Non sapevo quale libro scegliere, se non prenderli tutti (benedetta ossessione) e solo le insistenze del consorte, a tratti vere e proprie pressioni psicologiche, mi hanno costretto a prendere un po’ di libri senza un vero criterio, anzi direi proprio che li ho presi a peso, un tanto al chilo.


 Solo più tardi ho realizzato di non avevo preso nessun libro di cucina araba e, solo in aeroporto, sono riuscita a trovare un ricettario che ho comprato più per non far torto all’emirato che mi aveva ospitato, che per vera convinzione. A casa poi, mi sono messa a sfogliare quel libro, preso distrattamente che, per fortuna, si è rivelato una fonte di ricette molto interessante. Bei piatti, foto stupende e l’autrice che spalanca le porte ai ricordi d’infanzia, alle sue tradizioni e ai ricettari di famiglia. 


Se c’è una cosa che mi piace molto della cucina araba sono i dolci, ricordo con una certa nostalgia i pasticcini marocchini, ricchi, burrosi e dolci. Proprio ieri ho avuto il piacere di assaggiarli di nuovo a casa di Meryam la mia amica di Casablanca, accompagnati dall’immancabile tè alla menta e, sarà stata l’atmosfera che si è creata sul suo divano, il servito da tè marocchino, lo zucchero naturale a blocchi, i quadri appesi alle pareti con scritte in arabo, ma l’aria si è fatta esotica e mi è venuta una gran voglia di fare un po’ di biscotti. Ho utilizzato proprio una ricetta di Suzanne Husseini nel suo "When Suzanne cooks - Modern flavours of Arabia" rendendola gluten free, sostituendo la normale farina di grano con farina di riso e maizena e ottenendo dei biscotti fragranti e buonissimi.





Sesamo 100 g

Burro chiarificato 100 g

Zucchero a velo 120 g

Uova 1

Estratto di vaniglia 1 cucchiaino

Aceto 1 cucchiaino

Farina di riso 120 g

Maizena 60 g

Bicarbonato di sodio ½ cucchiaino

Sale una presa

Latte 100 g

Pistacchi non salati 100 g



Tostare i semi di sesamo in una padella finchè non diventano dorati (non devono bruciare). Metterli in un contenitore e tenerli da parte. Mescolare il burro e lo zucchero a velo fino a formare una crema poi aggiungere l’uovo, l’estratto di vaniglia e l’aceto e continuare a mescolare. Unire le farine setacciate con il bicarbonato (in realtà la ricetta parlava di baking power che  è un lievito chimico diverso dal bicarbonato e dai comuni lieviti per dolci ma io ho usato lo stesso il bicarbonato perchè non avevo altro a disposizione) e il sale fino a formare un impasto omogeneo e morbido. Riporre in frigo per mezz’ora.

Riscaldare il forno a 180 °C e nel frattempo preparare una postazione con i semi di sesamo nel contenitore, i pistacchi tritati dall’altra e una tazza con il latte. Prendere il composto da frigo e prelevare una pallina di pasta appiattirla con le mani poi intingere due dita nel latte e bagnare la superficie del biscotto. A questo punto prendere i pistacchi e con un movimento deciso ma gentile farli aderire da un lato. Ripetere l’operazione con i semi di sesamo dall’altro lato sempre intingendo le dita nel latte. Continuare fino a terminare l’impasto. Appoggiarli in una teglia ricoperta da carta da forno e cuocerli per circa 12/15 minuti.


Questa ricetta è anche su The Breakfast Review


Con questa ricetta partecipo a  100% Gluten (fri)Day






39 commenti:

  1. Wow, un biscottino double-face! e poi con i miei semini adorati...e le mente vola ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio marito se li è spazzati via in un lampo...dovrò rifarli presto...sei ufficialmente invitata per un tè a casa mia.

      Elimina
    2. Wow...! arrivo al voloooo ;)

      Elimina
  2. Io ho già fatto le valigie! Partiamo?
    Magari portati dietro 2/3 di questi meravigliosi biscottini così li sgranocchiamo durante il viaggio.
    Evito di dirti che amo sesamo, pistacchi e che uno dei viaggi più belli che ho fatto è stato in Marocco...

    Quante coincidenze!!!
    Un abbraccio


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dirmi che anche tu eri dietro al marito impegnato nel golf...perchè io ho visto Marrakesh con Dario e basta. Un bacione e a prestissimo.

      Elimina
    2. No è stato 12 anni fa...il golf ancora non lo aveva nemmeno visto in tv...aiuto ora iniziano le gare! Non so come sono riuscita a convincerlo a venire al Boscolo...

      Elimina
    3. Io infatti non l'ho convinto...mica si può perdere una fine settimana...però ha il pargolo...non so come farà. A presto cara.

      Elimina
  3. mai assaggiatiquesti biscottini, ma sembrano deliziosi e poi quanto vorrei andare a dubai...che ricette meravigliose proponi sempre cara Annarita! sei fantastica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale se tu non ci fossi bisognerebbe inventarti....Un bacione

      Elimina
  4. Ci regali delle ricette sempre meravigliose, non solo buone, ma piene di fascino di paesi lontani. Questa è una cosa che adoro, conoscere, anche attraverso il cibo altre culture e tu mi fai viaggiare spesso e ogni settimana mi permetti perfino di assaggiarli!
    Ti adoro, sappilo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' reciproco cara....non vedo l'ora di rivederti.

      Elimina
  5. Questi sono uno spettacolo. La mia mente sta già lavorando per la veggie version. Nonono davvero questi li voglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vediamo...il burro ok ma è sulle uova che non saprei come fare....ma uova di galline felici no? io uso solo quelle che mia mamma prende dal contadino che le fa vivere tranquille e le fa mangiare solo mais.

      Elimina
    2. io le ho galline, ma non riesco più a pensare di mangiare qualcosa che esce da loro. :) infonfo è solo uno, non si può omettere? tanto non va montato.. altrimenti si può provare col finto uovo di lino/chia se è solo per legare.. a parte quando non è l'albume che va montato a neve, secondo me la maggior parte delle volte è inutile! ;)

      Elimina
    3. Probabilmente è così, ma sono talmente abituata a usare l'uovo per legare che a volte faccio fatica a pensare diversamente. Infatti mi piace avere te che puoi insegnarmi...cos'è il finto uovo? devo venire a prendere lezioni.

      Elimina
    4. lo puoi fare o con i semi di lino o con quelli di chia. nel primo caso li devi macinare (un cucchiaio di semi per 3 di acqua), poi li metti nell'acqua calda e aspetti che si formi un gel. c'è anche li fa bollire nell'acqua per qualche minuto poi filtra tutto, il liquido rimanente una volta raffreddato dovrebbe risultare gelatinoso come l'albume (questa però non l'ho mai fatta ancora, sicnceramente la maggior parte delle volte non mi pare ci sia bisogno nemmeno di questo!). in alternativa, stesso discorso con quelli di chia (1 C per 2 di acqua), li ammolli e aspetti una decina di minuti la formazione del gel ;) per le torta invece ci sono taante altre cose che si possono usare, dalla banana, alla purea di zucca o altra frutta, al tofu silk..direi che le alternativa non mancano! ;)

      Elimina
    5. Grazie, quante cose devo ancora imparare. Non sai quanto ti stimi per la scelta che hai fatto. Un bacione.

      Elimina
  6. questi dolcetti sono davvero particolari!!! ottima scelta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono davvero particolari e buonissimi.

      Elimina
  7. Adoro la consistenza di questo tipo di biscotti, molto interessante la tua ricetta, e poi gluten free, complimenti per le tue foto... Daniela :)

    RispondiElimina
  8. Beh ma che fortuna!! :D Io quando prendo libri a caso mi imbatto sempre in ciofeche!! Ahah
    Bellissimi questi biscotti, devono essere così buoni! E sono pure gluten free!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'unico modo di uscire da quella libreria era prendere dei libri un pò a caso altrimenti non ne sarei mai uscita. In aeroporto poi è stato Michele a farmi decidere e solo dopo ho realizzato che era proprio una buona scelta. Un bacione.

      Elimina
  9. Mmmmmmhh, davvero interessanti! Viaggiare è scoprire, di qualsiasi cosa si tratti: luoghi, cultire, abitudini e sapori. Questi biscotti sono una vera chinna. Brava!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sai quanto ami viaggiare, anche attraverso i sapori. Grazie.

      Elimina
  10. the alla menta, bicchieri meravigliosi e questi biscotti saporiti...complimenti!
    Vengo a conoscerti tramite il GFFD e rimango davvero senza parole.
    Bravissima.
    Al prossimo venerdì senza allora e sorrisi per te :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorrisi anche a te Fabio e a venerdì, grazie mille davvero.

      Elimina
  11. Interessanti e gluten free, direi perfetti per tutti questi biscottini arabeggianti :-) Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely, Buona domenica a te. Un bacione.

      Elimina
  12. dei biscotti profumatissimi una vera leccornia

    RispondiElimina
  13. Sei un portento...anche tu a pesare i libri! A prendono per matta, li compro a peso!
    L'overweight é carissimo spiego, ma mi guardano strano iguale.
    E guarda cosa ci hai regalato!
    Grazie, meravigllioso e sai quanto ami il medio oriente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà avrei potuto comprarne ancora perchè ero lontana dal superare il peso....ma rischiavo il divorzio se non uscivo da quella libreria in fretta. Ci torneri anche domani, in giro naturalmente. A presto.

      Elimina
  14. Anche io ho un debole per i dolci arabi, specialmente quelli con taaaanto miele e frutta secca: una droga.
    Ma anche qui con questi biscottini non scherzi.. fra sesamo e pistacchi (il mio tallone d'Achille per eccellenza) mi fai venire la bava alla bocca :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io ho la stessa dipendenza.....anche se è stato il marito a spazzolarli. Un bacio.

      Elimina
  15. come ho fatto a perdermeli???
    bellissimi e pieni di fascino esotico
    e così mi sono letta anche il tuo reportage da dubai

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava, sono contenta che tu abbia letto di Dubai e che ti piacciano questi biscottini che sono finiti in un lampo. A presto.

      Elimina