domenica 4 gennaio 2015

Cosa non si farebbe per un Marchi originale


Dovevo aspettarmelo, corri corri, impegni presi senza vera convinzione che però vanno onorati, imprevisti dell’ultimo minuto e poi, quando finalmente arrivano i giorni dell’agognato riposo, la tua pressione decide di scendere tantissimo e farti perdere i sensi proprio nel momento nel quale sei più vulnerabile: di notte. Un virus gastrico che ti ha costretto a digiunare, la febbre che ti rincoglionisce e la sete che ti sveglia nel cuore della notte che ti fa alzare in fretta e fare le scale di corsa perché sei scalza e fa freddo. Arrivi non sai neanche tu come e, ti vedi come in un film al rallentatore, inciampi, cadi in ginocchio e l’ultima volontà che ricordi è quella di aggrapparti alla sedia e poi buio.
Dopo 10 minuti ti rianimi e sei come stordita, incapace di capire perché ti sei ritrovata proprio in quella posizione e con una fatica enorme provi a rialzarti. Il piede fa male e pensi che è così perché c’hai dormito sopra e, allora riprendi le scale ma, stenti e per tornare a letto ci vogliono parecchi minuti. Il dolore non passa, nel frattempo anche il marito si sveglia e chiede lumi ma hai ancora le idee confuse, non riesci a spiegare come hai fatto. Guardate insieme il piede che nel frattempo si è trasformato nella zampone che non hai mangiato per Natale: è proprio il caso di correre in ospedale. Dopo averti rivoltato come un calzino, spaventato a morte per aver sospettato un’embolia e trovato un sacco di difetti dei quali ignoravi beatamente l’esistenza ritorni a casa con la diagnosi e la cura: un piede rotto in 3 punti e un legamento lesionato, il gesso e le stampelle per 2 mesi.
Non è così che volevo andare incontro all’Anno Nuovo, …ma è così che ci sono arrivata, con le stampelle….. alla fine però, con tutte le difficoltà logistiche, questa nuova condizione mi permette di guardare il mondo da una prospettiva diversa. Non mi piace dover chiedere o aver bisogno di qualcuno per fare le cose ma, in questo momento, scopro che alla fine lo si può anche accettare, quando vedi la generosità e l’affetto negli occhi delle persone che ti stanno intorno.
Sono passati 3 anni da quando ho aperto il blog, 3 anni che sono volati tra la scoperta, la conoscenza, le amicizie e le opportunità. 3 anni sono un traguardo e un percorso che, come nei bambini, prevede uno scatto di crescita e un’apertura verso una fase nuova. Se l’anno scorso mi auguravo di postare di più, di cucinare di più, per questo nuovo anno vorrei approfondire certi temi e dedicarmi a ingredienti a me cari.
Per questa occasione non ho preparato delle torte ma ho voluto un vestito nuovo griffato, un Marchi originale. L’ho voluta, l’ho corteggiata, l’ho assillata, l’ho inseguita e alla fine lei ha fatto per me questa nuova veste. Con la sua bravura e la sua sensibilità ha interpretato alla perfezione me e il mio blog. Grazie Benny.

Auguro a tutti un Sereno 2015

18 commenti:

  1. Annarita ti auguro di guarire presto e di esaudire ogni tuo desiderio..,inutile dire che ti invidio la griffe e il vestito nuovo Buon Anno

    RispondiElimina
  2. Annarita Annarita!
    neanche io ho finito bene e cominciato bene l'anno ma passerà, vedrai.
    due mesi di gesso? non ti accorgerai nemmeno che sarà il momento di toglierlo!
    un ti voglio bene puo' servire? ecco.
    ti abbraccio
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccome se può servire. Grazie Sandra. Spero che tutto si sistemi presto anche per te. Un bacio.

      Elimina
  3. Mi spiace per il tuo piede, mannaggia :/
    Ma che bello il nuovo vestito del tuo blog :)

    RispondiElimina
  4. Ciao Annarita posso confessare che la descrizione della caduta mi ha strappato un sorriso?! Merito anche del nuovo vestito, cucito su misura per te, luminosa e simpatica, da un'amica davvero brava.
    Un inizio anno turbolento e complicato ma spero che questi due mesi volino via in fretta e che tu possa riprendere a correre il prima possibile :D Ti abbraccio forte forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marina ricambio l'abbraccio forte forte <3

      Elimina
  5. Ohhh, mi dispiace tanto Annarita, che bruttissima cosa e che spavento devi aver preso! Ti auguro di riprenderti presto.
    Intanto ti faccio i miei complimenti per la nuova veste del tuo blog, è molto bella ed elegante.
    Un abbraccione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mari, guarda ero talmente di fuori che mi sono spaventata di più dopo, a caso ripensato. Un bacione.

      Elimina
  6. Ho letto del tu incidente su FB ma non avevo capito le cause e la dinamica. Povera Annarita, una roba odiosa e insopportabile per di più causata da un altro problema rognoso. Quando servono, le parole vanno usate: sfiga! E spero che il tuo carattere solare ti faccia prendere questa cosa con le dovute molle, trovando nella sfortuna, una chiave per sorridere. Il blog è stupendo, che dire, Benedetta è una grande artista ed ha reso grandissima eleganza al tutto. Un abbraccio stritolante e stai su. Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty guarda posso dire che poteva andare peggio se cadevo sulle scale......anche così ho fatto un capolavoro ma passerà. Un bacione.

      Elimina
  7. Apire il blog e trovare 14 (QUATTORDICI!!!)commenti in attesa di moderazione.Mi hai strappato una risata, tanta commozione e un'ondata travolgente di affetto. IO TI DORO.
    Sono di corsissima (tanto per cambiare), Poi torno a leggermi il tuo post (ho intraletto di una grande disavventura e un inizio d'anno rocambolesco, che in parte già conoscevo).
    ti mando baci a profusione. il vero mito sei tu!
    <3<3<3<3<3

    RispondiElimina
  8. TI ADORO (magari...che DORO non era proprio esplicativo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no sono IO che ti adoro......se mi perdo qualche post poi devo leggermeli tutti, mi piacciono troppo.

      Elimina
  9. Ciao! Arrivo da te perché ho visto che anche tu fai parte di AIFB. Mi sono unita ai tuoi lettori e mi piacerebbe tanto che tu facessi altrettanto. Grazie...Claudia.
    http://www.lacucinadistagione.blogspot.it/

    RispondiElimina
  10. Ecco, avevo notato infatti la nuova veste del tuo blog e mi piace tantissimo! Immagino non fosse la tua aspirazione andare incontro all'anno nuovo armata di stampelle, ma come dici tu, anche le esperienze negative danno la possibilità di vedere le cose sotto un'altra prospettiva, scoprendo del bello, facendo il punto, apprezzando elementi diversi, che magari non avresti mai considerato.
    ed è bello il tuo proposito di concentrarti sugli ingredienti che ami, approfondire degli argomenti: bello proprio! mi piace e so che sarà un arricchimento anche per tutti quelli che ti leggeranno: io in prima fila!!
    Miliardi di baci.

    RispondiElimina