venerdì 26 aprile 2019

La mia quiche alle zucchine per il Club del 27



Eccoci di nuovo al Club del 27, mi domando solo come possa non aver scritto nulla nel mezzo. Beh forse una scusa plausibile ce l'ho: da Pasqua ho iniziato (molto prima per la verità, le prepazioni erano tante) con mia cognata Enrica una nuova avventura, in cucina naturalmente. 


Siamo le cuoche del ristorante dell'Agriturismo Ai Frati a Pieve Fosciana, nessuna esperienza diretta con il servizio e con grandi numeri ma, con coraggio e forse un pò di sana incoscienza ci siamo buttate. Per ora siamo assorbite come non mai ma il lavoro è divertente e l'atmosfera rilassata, venire a trovarci.

Questo mese si parla di Torte salate nel club e io ho voluto provare una tortina semplice ma tanto gustosa. E' un attimo, giusto il tempo di mettere insieme qualche ingrediente e vien da sè.





Pasta Brisée

Farina 250 g

Burro, tagliato a pezzettini e leggermente ammorbidito 150 g

Sale 1 cucchiaino

Zucchero un pizzico

Uovo 1

Latte freddo 1 cucchiaio 
per la farcia
250 di zucchine piccole 
100 g di crescenza 
1 uovo
60 ml di latte
sale e pepe

Versare la farina a fontana sul piano di lavoro. Mettere al centro il burro, il sale, lo zucchero e l’uovo, poi mescolarli e lavorarli con la punta delle dita.
Incorporare piano piano la farina, lavorando delicatamente l’impasto finché assume una consistenza grumosa.
Aggiungere il latte e incorporarlo delicatamente con la punta delle dita finché l’impasto comincia  a stare insieme.
Spingere lontano da voi l’impasto con il palmo della mano, lavorando di polso, per 4 o 5 volte, finché è liscio. Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e metterla in frigo fino all’uso.
-La Pasta Brisée si conserva benissimo in un contenitore a chiusura ermetica, per una settimana in frigo e fino a tre mesi in freezer.
Infarinare leggermente il piano di lavoro (meglio se di marmo) e il matterello. Stendere la pasta con colpi leggeri e pressione regolare, ruotandola di 90° e girandola di tanto in tanto, per evitare che attacchi e facilitare l’aerazione. Continuare così fino a ottenere le dimensioni e la forma desiderate.
Usare il matterello stesso per misurare la vostra tortiera. Stendere l’impasto con un diametro di 5-7 cm superiore a quello della tortiera, in base all’altezza. Sollevare la pasta sul matterello e srotolarla sullo stampo.
Rifilare la pasta in eccesso col coltello o passando il mattarello sulla tortiera. Lasciare raffreddare in frigo per 20 minuti perché non si crepi durante la cottura.

Prima di cuocere in bianco o di versare il ripieno, bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta per far fuoriuscire l’aria.
Rivestire il guscio di pasta con la carta forno e riempirlo con uno strato di pesi ( dai pesi in ceramica da forno, ai fagioli o ceci secchi, o riso) che tenga schiacciato l’impasto, evitando che si gonfi in maniera non uniforme.
Cuocere “in bianco” nel forno a 190°C per 15 minuti. Abbassare la temperatura a 170°C, togliere i pesi e la carta e rimettere in forno per 5-10 minuti. 

Mondate le zucchine, lavatele e tagliatele finemente, mettetele a scolare l'acqua per almeno un paio d'ore. Disponetele sul fondo semicotto della pasta e aggiungete la crescenza a fiocchetti. Sbattete l'uovo con il latte e salate e pepeate poi versate questo composto sula ripieno. Infornate a 180 °C per 20 minuti o fino a quando la torta non sarà gonfia e dorata. Sfornate, lasciate intipidire e servite.